Tutte le cose si attaccano addosso

Parigi

Tutte le cose si attaccano addosso,
si attacca l’odore,
ma non il rimorso;
certa attitudine per litigare,
certa abitudine di possedere,
la convinzione, il pensiero malato
che il successo
tolga ogni peccato.

Scelgo di nuovo di non mentire,
tolgo il cappello
fiera del mio coraggio.
Tolgo la maschera e guardo lo specchio,
guardo lo specchio ma non vedo il mio volto.
Il problema è …
il problema è …

che tutte le cose si attaccano addosso,
ma non il sospetto
che è nostro lo sbaglio,
la corruzione in famiglie per bene,
il malcostume di raccomandare.
L’insofferenza che lacera il tempo
e poi è troppo tardi e il danno è già fatto.
L’educazione richiede uno sforzo
la disciplina è solo l’inizio …
e mi guardo allo specchio
e non vedo il mio volto.
Il problema è ….
il problema è ….

Tutte le cose si attaccano addosso
si attacca il terrore di non essere scaltro.
Si alza il volume,
il rumore di fondo,
e vibra il mio corpo
come vile strumento.
Certo ascoltare richiede pazienza
ma certa violenza richiede l’azione
e mi guardo allo specchio
e non vedo il mio volto.
Il problema è ….
il problema è ….
che sono un altro.

Tutte le cose si attaccano addosso.
Tutte le cose,
ma non il rimorso,
la convinzione, il pensiero malato
che il successo
tolga ogni peccato.